Ciao,

mi rivolgo in particolare a chi è iscritto al feed di questo blog:

se vuoi continuare a leggermi iscriviti pure ai feed di www.silviatoffolon.it

Grazie!!

Perché Silviatlantide?

Silviatlantide è stato il mio primo nickname nato quando in rete ci si muoveva spesso in incognito, c’erano nuove dinamiche relazionali da conoscere, la voglia di prestare speciale attenzione alla privacy. Tutto è partito in una comunità virtuale legata al tema del viaggio, dovendo pensare ad un alter ego il nome più adatto per me non poteva che essere legato al continente misterioso: Atlantide!

Mi sono affezionata a questo soprannome per cui poi lo ho collegato alla mia presenza nel web, che in particolare era legata al mondo del visivo, prima un sito web con le mie immagini fotografiche e poi un blog in cui i temi vanno dalle dinamiche di collaborazione attraverso internet, nuovi punti di vista, creatività, condivisione di spunti di valore.

Silviatlantide è un  progetto legato al riuscire a guardare oltre la superficie, al vedere le situazioni da diversi punti di vista, alla libera espressione del Sé artistico.

Da Silviatlantide a SilviaToffolon

I miei progetti in rete si stanno espandendo e stanno prendendo diverse forme e direzioni. Voglio che Silviatlantide mantenga il suo lato artistico e visivo per cui torno a dedicargli e mantenere aggiornato (a breve) un canale specifico www.silviatlantide.it

Progetti, condivisioni, visioni, storytelling, trasformazioni continuerò a raccontarli su www.silviatoffolon.it

Un nuovo progetto che coincide con me stessa, un grande impegno, in particolare per  una persona riservata come sono io. Ma, sento sia arrivato il momento per affrontarlo, è da 10 anni che utilizzo la rete web attivamente, ci sono parti di me in numerose piattaforme o piccoli interstizi. Ho voglia di fare ordine, eliminare (per quanto possibile) il desueto, evidenziare le cose di maggiore valore e rendere più facile l’ingresso nella parte di mondo che sto creando.

 

Assaporare New York

Sono appena rientrata dalla mia prima settimana a New York, ero arrivata preparata per cogliere al meglio le opportunità. Qui un po’ di link e rifermenti!

Info: http://wiki.couchsurfing.org/en/New_York_City

http://it.wikipedia.org/wiki/New_York

http://newyork.timeout.com/

Vista su Times Square:  www.earthcam.com/usa/newyork/timessquare/?cam=lennon_hd

ESPOSIZIONI

Interessanti esposizioni temporanee al MOMA : Mind and matter e Picture by Women: a history of Modern Photography

Venerdì dalle 16 alle 20 ingresso gratuito, ma bisogna tenere conto che ci sarà una folla oceanica di persone!

The metropolitan Museum of art: www.metmuseum.org        On the roof

Guggenheim New York: www.guggenheim.org/new-york:      On view now

L’architettura è spettacolare, sembra di essere in una cattedrale moderna, la luce, il contesto, l’energia che si possono vivere sono incredibili, penso che ci tornerò ogni volt che sarò a New York. Meravigliosa Haunted la temporanea presente fino al 6 settembre.

Artist space: www.artistsspace.org la vernice di Charlotte Posenhenske.

L’esposizione è puramente concettuale per cui non particolarmente interessante o emotivamente coinvolgente, ma merita andare a vedere lo spazio e partecipare ai loro opening!

LUOGHI:

New York Public Library: www.nypl.org visita guidata free alle 11 ed alle 14 dal martedì al sabato. Partenza Astor Hall

Incredibile, ho realizzato uno dei miei sogni nel visitarla molto meglio di quello che mi aspettavo :-) Una mia visione

Grand Central Terminal: visita guidata il mercoledì ore 12.30 MAS

Una mia visione

Top of the rock: Rockfeller center: http://topoftherocknyc.com

Vista di NYC dal 70esimo piano, luogo turistico, ma una visita merita!

Times Square:

E’ un posto finto e assurdo, sembra di essere in un film! Il 21 giugno da qualche anno viene organizzato un evento di Yoga in piazza: lezione di Joga il giorno del solstizio d’estate: io c’ero :-)

Qui ho ritirato anche La chiave della città un progetto artistico che permette di conoscere luoghi meno noti di New York

AREE “GREEN”

Central Park:  www.centralparknyc.org incredibile, l’ho percorso da nord a sud, non riuscivo a smettere! Una mia visione

The High line: www.thehighline.org Un parco sopraelevato creato su vecchia linea ferroviaria Una mia visione

Bryant Park: www.bryantpark.org

Governour Island: www.govisland.com

SHOPPING & AFFINI

Tiffany & Co. …in omaggio a Audrey ;-) www.tiffany.com

Magnolia Backery: www.magnoliabakery.com

Chelsea Market: www.chelseamarket.com

Anthropology: http://us.anthropologie.com

Outlet Century 21: www.c21stores.com

.

Qui il link alla google map che ho preparato.

La prossima volta:

Il centro internazionale di fotografia: www.icp.org       Perspective 2010

PS1 Contemporary art: www.ps1.org

Coney Island

Etsy Lab

In good company

JellyNYC

DUMBO: http://dumbonyc.com

Taschen: http://www.taschen.com/pages/en/stores/979.store_new_york.htm

DA CONOSCERE

quelli di NUOK

Sezione NYC di ICF

Appunti visuali: un seminario dalla conferenza SXSW2010

View more webinars from Austin Kleon.

Ispirazione e leadership, un video TED

Design come fattore competitivo: arrivo da alcuni Incontri del Festival città di impresa nella zona dell’asolano.

Venerdì ho seguito il doppio incontro Creatività e produzione, prima con gli imprenditori, poi con i designer. Ho ascoltato Diego Paccagnella di Lago che ha parlato del progetto dell’appartamento…progetto che conosco bene e che ho avuto modo di sperimentare per una serata a Brera . Intervento interessante e coinvolgente, il loro valore aggiunto è essere se stessi, fare emergere il loro carattere e le loro passioni!

Altro notevole intervento è stato quello di Giovanni Bonotto. Quando la crisi del tessile è stata sempre più evidente è andato in stabilimento e si è messo ad osservare: “Eravamo i campioni del mondo a fare On e Off, producevamo standard, fotocopie.” Da lì ha iniziato ad acquistare macchinari dismessi, vecchie tecnologie che spesso gli operai non sapevano usare, ma di cui si sono appassionati e ne sono diventatati maestri per produrre pezzi a regola d’arte, tessuti con un’identità. Per introdurre nel mercato segni con una memoria storica: il prodotto diventa “maieutico”.

Alcune perle: “Il valore di un prodotto è nell’anima di chi lo produce”, “Il cibo è il primo carburante della quotidianità”, “La cultura è impollinazione”

Qui un link ad un video in cui vengono espressi alcuni punti dell’intervento .

Gran complimenti anche alla moderazione di Anniina Koivu.

Ho voglia di condividere quello che per me è l’Educazione allo sguardo. Ti invito alla serata del 7 aprile su questo tema e ti allego la locandina di un corso che si svolgerà il 24 e 25 aprile.

Come sede ho scelto l’a.s.d. Kihara, uno spazio accogliente ed in sintonia!

a.s.d. Kihara, via Trento 3, Castello di Godego (TV)
0423.46.94.56 – 320.80.49.818 info@kihara.it
Per motivi organizzativi è gradita la conferma di partecipazione
.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.